Brioches allo yogurt (vuota o marmellata?)

Brioches allo yogurt (vuota o marmellata?)

Se mi chiedessero di fare una classifica delle parole legata al potere evocativo e sonoro delle lettere che le compongono sicuramente la mia preferita sarebbe “brioche”.

Una parola francese (ma usata praticamente ovunque qui in Piemonte), dolce, dal suono pieno e morbido che ha il potere di farmi sorridere.

Non sentite già un buon profumo nell’aria? Proprio mentre scrivo ne ho qui davanti una teglia piena, sfornata da poco e a stento resisto dall’afferrarne una!

La colazione ideale per me: brioche fragrante, latte e caffè caldissimi. Ma qui la mia variante è un pochino più leggera e il latte potrebbe essere, per esempio, di soya dal gusto morbido oppure di riso.

So che morite dalla voglia di sapere come si preparano e quindi non mi dilungherò troppo… La ricetta originale è della mitica Benedetta Rossi e io ho apportato appena qualche modifica personale (se volete vedere come si formano quelle farcite vi rimando al suo video).

Ne ho preparate un po’ vuote con la classica forma del cornetto (arrotolando cioè un triangolo di pasta partendo dalla base e arrivando alla punta) e un altro po’ con la mia marmellata di “ramassin” o susine fatta quest’estate.

Ho arricchito l’impasto di semi vari tostati e di farina integrale (ho trovato per caso la manitoba integrale e volevo subito provarla).

Veniamo dunque alla ricetta:

INGREDIENTI

450 g di farina (metà farina manibota e metà farina manitoba Molino Chiavazza)

7 g lievito di birra secco

2 cucchiaini di zucchero

2 cucchiai di semi misti tostati (il mio mix: zucca, sesamo, chia, girasole)

250 ml di yogurt bianco (meglio se intero)

100 g di zucchero (bianco o se preferite di canna)

1 uovo intero + 1 tuorlo per spennellare

70 g di burro ammorbidito tagliato a cubetti

PROCEDIMENTO

In una ciotola unite le farine, i semi, il lievito secco e i due cucchiaini di zucchero. In un’altra ciotola bella grande mescolare lo yogurt, il burro, l’uovo, e lo zucchero fino a ottenere un composto cremoso, piuttosto liquido.

Aggiungete il composto secco a quello liquido a cucchiaiate e intanto amalgamate fino a quando avrete messo tutta la farina. A questo punto trasferite tutto su un tagliere infarinato e impastate per circa 10 minuti. Dovreste ottenere un impasto liscio e morbido: formate una palla e mettetela in una larga ciotola a lievitare per circa due ore, due ore e mezza.

Dopo questo tempo, stendete metà l’impasto con un mattarello sul tagliere infarinato e ricavate tanti triangoli (più o meno a base 10 di cm e altezza 20 cm). Arrotolate partendo dalla base a formate tanti cornetti.

Con l’altra metà dell’impasto formate invece delle palline, stendetele con il mattarello formando dei cerchi. Mettete un cucchiaino abbondante di marmellata su un’estremità del disco, piegate sopra l’impasto sigillando bene e avendo cura di lasciare libera una mezzaluna di pasta. Qui praticherete delle piccole incisioni verticali con un coltello o una rotella tagliapasta e poi arrotolerete ulteriormente l’impasto a mo’ di cornetto (andate a vedervi il video di Benedetta qui, capirete tutto!).

A questo punto lasciate lievitare una buona mezz’ora le brioches direttamente su una teglia ricoperta di carta da forno.

Prima di infornare spennellate con il tuorlo d’uovo e se volete ricoprite di altri semini (o di granella di zucchero).

Infornate a 180° per circa 15/20 minuti.

Una volta cotte e raffreddate, potete surgelarle. In questo modo al mattino basteranno pochi minuti nel forno a microonde e avrete una brioche calda e morbida da inzuppare!

Tag: , ,