Breakfast in Brooklyn/2. Baked, Steve’s Auth. e Margaret Palca tra Red Hook e Brooklyn Heights

Breakfast in Brooklyn/2. Baked, Steve’s Auth. e Margaret Palca tra Red Hook e Brooklyn Heights

Continuano le nostre colazioni a Brooklyn.

Ci spostiamo verso sud-ovest ma rimaniamo sempre sulla linea G della Subway: precisamente alla fermata the Smith-9th Street, che risulta essere la fermata più elevata di tutta la metropolitana di NYC e da cui si ha una meravigliosa vista d’insieme di Manhattan, letteralmente illuminata d’oro al tramonto.

BR_BR2_1
A dirla tutta dalla fermata occorre fare una passeggiata di 15/20 minuti (ma dalla metropolitana ci sono anche dei bus diretti all’IKEA che è proprio a Red Hook) ma forse è proprio questo uno dei tanti motivi per cui il quartiere ha mantenuto un’identità da villaggio di pescatori post–industriale e molti artisti hanno deciso di vivere proprio qui.

Molti magazzini, alcuni ancora in mattoni rossi e porte in ferro nero da evocare covi alla Al Capone, che qui tra l’altro ci ha vissuto, sono stati riconvertiti in studi d’arte e gallerie e molti locali e caffè hanno aperto, attirando anche non residenti soprattutto nel fine settimana.

BR_BR2_1TER
Dove fare colazione?
La maggior parte dei locali di Red Hook sono concentrati in Van Brunt Street: partiamo da Baked, con interno e porta d’accesso arancione intenso (non potete non notarlo passando) e bancone e tavoli in legno grezzo dove è d’obbligo assaggiare il loro intenso chocolate brownie, considerato uno dei migliori di NYC e d’America (la mia Celeste, tre anni e mezzo: conferma!).

BR_BR2_2
A breve distanza un altro caffè, elegante nel suo total black, che strizza l’occhio alle caffetterie di Soho e Nolita, The Black Flamingo: non a caso baguettes, croissants e pain-au-chocolat provengono direttamente dal prestigioso delikatessen Balthazar.

BR_BR2_3
Altra tappa fondamentale in zona è la Steve’s Authentic Key Lime Pie: tipica della Florida, quella di Steve è davvero molto buona, resa ancora più golosa dall’abbondante panna montata con cui è rifinita; un caffè colorato e balneare, tra il Louis Valentino Jr. Park and Pier e The Liberty Warehouse, che ricorda una rimessa per le barche con uno stile tra Miami e Malibu; sarete attirati dal profumo intenso di burro e lime e non potete non trovarlo: il vecchio furgone per le consegne in stile beige retrò e un caravan in acciaio lucido sono parcheggiati proprio davanti.

BR_BR2_4BR_BR2_4bis

Spostandoci verso Brooklyn Heights troviamo poi la bottega d’altri tempi di Margaret Palca Bakes: anche qui sarete inebriati da un incredibile profumo di spezie, burro e caffè; oltre agli immancabili cupcakes e muffin, qui il pezzo forte sono gli irregolari e genuini rugelach in tre diverse farciture, loro vera specialità da oltre quarant’anni; non da meno il pane, preparato a partire da lievito madre, ottimo per panini preparati al momento (dal marito di Margaret).

BR_BR2_6BR_BR2_5

Potete fare colazioni qui con un ottimo American coffee a partire da una delle loro miscele o prendere la pasticceria d’asporto e dirigervi verso i Pier 6 o 5: un (petit) dèjeuner-sur-l’herbe con una delle viste più belle dei grattacieli di Manhattan!

BR_BR2_7